Presentata la giornata del 12 gennaio (aperta a tutti) sul progetto “Da terra marginale a terra originale”

Image

Domenica 22 dicembre è andata in scena l’anteprima del secondo step di “Da Terra Marginale a Terra Originale” un progetto di proposte per disegnare un futuro dell’agricoltura in Langa capace di contemperare le esigenze di sviluppo e di reddito con la salvaguardia dell’identità culturale e del paesaggio. Nella sala conferenze di palazzo Fauzone, che ospita il museo della Ceramica, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa che vede in prima linea il Mercato dei contadini delle Langhe e Cantina Clavesana.

A illustrare quanto avverrà nella giornata di domenica 12 gennaio nella chiesa di Sant’Anna delle Surie a Clavesana sono stati Fabio Palladino e Aldo Ferrero del Mercato dei contadini delle Langhe e Anna Bracco, direttrice della Cantina Clavesana.

Durante l’incontro, oltre a ribadire l’importanza della differenziazione in agricoltura anche e soprattutto per un territorio votato alla viticultura come il nostro, a sottolineare come le previsioni per i prossimi anni indichino una significativa moria di piccole aziende agricole per mancanza di ricambio generazionale, sono stati illustrati i punti cardine sui quali si costituisce l’iniziativa. In primis, la mappatura del territorio, un vero e proprio censimento del tessuto agricolo dell’area che da Ceva discende il Tanaro fino a Cherasco e che comprende circa 40 comuni tra i 100 e i 600 metri sul livello del mare, caratterizzato da un importante patrimonio di biodiversità agricola. Si parlerà poi del concorso nazionale per nuovi progetti di aziende agricole. Per offrire a giovani e no che intendano avviare nuove aziende agricole o subentrare in aziende già avviate la possibilità di realizzare il loro progetto sulle Terre Marginali, attraendo nuovi investimenti, grazie alla collaborazione con la Banca Alpi Marittime di Carrù. Fondamentale, per dare continuità all’iniziativa, sarà l’osservatorio, ovvero una commissione tecnica che dovrà tenere aggiornata la mappa del territorio e l’elenco delle richieste di nuovi investimenti. La commissione rappresenterà il progetto presso amministratori locali, associazioni di categoria, enti finanziatori e ogni altro soggetto interessato. Un ruolo decisivo spetterà al Comizio Agrario di Mondovì, l’ultimo in Italia, istituzione ideale per portare avanti l’iniziativa nel lungo periodo.

La giornata del 12 gennaio sarà quindi un’ottima occasione di confronto e di incontro tra tutit i soggetti interessati, compresi le amministrazioni comunali e i semplici cittadini, i quali sono dei veri e propri co-produttori. Tra i momenti della giornata da segnalare, le testimoninze e la presentazioni di casi concreti di Economia locale e comunità rurale già attuati con successo.

L’appuntamento del 12 gennaio presso la chiesa delle Surie è libero a tutti, previa preiscrizione presso la Cantina Clavesana al numero 0173-790451 oppure via mail siamodolcetto@inclavesana.it o ancora contattando il Mercato dei contadini delle Langhe, attraverso una mail a: info@mercatodeicontadinidellelanghe.it

 Nella foto: i protagonisti della conferenza in piazza a Mondovì

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...